Informativa Cookies Leggi






 

Intervista a Frank Ripel




 
di Richy Kazinsky
 
Da molti anni m’interesso di semiotica, di scienze metafisiche e dei nuovi movimenti religiosi. Come giornalista investigativo della rivista “Scoop’s Times” venni informato di un’indagine condotta da “striscia la notizia” (trasmissione televisiva di un’emittente italiana – Canale 5) su un personaggio straordinario… Frank Giano Ripel.
Ritengo di appartenere a quella fascia professionale di giornalisti il cui compito è verificare le informazioni e poi riportarle all’opinione pubblica senza manipolazioni d’alcun genere.
Del caso Ripel, ciò che mi colpì di più fu l’evidente strumentalizzazione a fini denigratori del personaggio in questione… una vera e propria operazione di sciacallaggio giornalistico. E se ciò era stato fatto, voleva dire che il Ripel era una persona da prendere sul serio.
Con queste premesse incominciai a leggere le opere del Ripel che trovai alquanto interessanti, ma complesse… non alla mia portata.

 

Nove anni dopo

 

Nove anni dopo, nella redazione della mia rivista, venne fuori una notizia a dir poco unica nel suo genere… Frank Giano Ripel aveva fondato la Nazione Massonica. Allora venne deciso di proporre un’intervista al Ripel che venne contattato e che cordialmente accettò. Prima di passare all’intervista è d’uopo che presenti il personaggio in questione.

 

Ciò che Frank Ripel ha fatto

 

Frank Ripel ha fondato l’Associazione Orion nel cui seno si sono sviluppati quindici organismi iniziatici. Attualmente, sotto la sua direzione, gli organismi ancora attivi sono sei. Recentemente ha fondato la Fondazione Ripel in cui è manifesta la prima Università di Studi Esoterici.

Frank Ripel, come scrittore di esoterismo, ha pubblicato più di trenta libri (chi fosse interessato può consultare il sito www.frankripel.org). Sotto sua stessa ammissione, i libri che devono essere studiati dal serio ricercatore della verità sono quattordici (quelli pubblicati con le Edizioni Lulu).

 

I riconoscimenti esterni dati a Frank Ripel

 

Attualmente, Frank G. Ripel è il Sovrano Imperatore Gran Gerofante Generale di entrambi gli emisferi (100°) della Massoneria Egiziana, il Supremo Sovrano dell’Ordine del Tempio, il Faraone della XXXI Dinastia Egizia e il Pontefice della Chiesa Gnostica. È considerato come il massimo esperto mondiale nel campo dell’esoterismo.

 

I riconoscimenti interni trasmessi a Frank Ripel

 

Frank G. Ripel è stato il fondatore della Grande Confraternita Rossa (la trasmutazione della Grande Confraternita Bianca di Aleister Crowley), relativa al Culto Stellare-Lunare (Età Intermedia tra l’Età dell’Argento e l’Età dell’Oro) dell’Eone di Horus… Eone in cui è stato il Logos. Inoltre è stato il fondatore della Grande Confraternita Universale, relativa al Culto Stellare (Età dell’Oro) dell’Eone di Maat… Eone in cui è stato il Profeta. Infine è stato il fondatore della Confraternita dei Vampiri e della Confraternita degli Dei, relative al Culto Cosmico-Stellare (Età del Platino) del Mahon di Horus-Maat… Mahon in cui è il Logos.

 


 
 L’intervista
 
Il 14 maggio 2014, nel cinquantasettesimo anniversario della nascita di Frank Giano Ripel, realizzai le tre parti che costituiscono l’intervista a Frank Ripel, l’Anticristo.

N.B. – Le parentesi quadre presenti nelle risposte dell’intervista sono mie.

 

Parte Prima

 

Domanda. Tra il 1979 e il 1999 ha pubblicato venti libri, perché li disconosce?

Risposta. Non disconosco i miei primi venti libri, semplicemente non ne consiglio la lettura, perché in essi si trovano degli schermi [tecnica stilistica attraverso la quale il vero significato spirituale di uno scritto viene celato al lettore profano] e degli schermi estremi [scritti deliberatamente falsi in modo da impedire a qualsiasi lettore esterno di decifrare quello che viene scritto]. Inoltre, in essi, si trovano assemblati ben sei Culti.

 

Domanda. Che cosa intende dire quando afferma che nei sui primi venti libri si trovano assemblati sei Culti?

Risposta. Premetto che nella seconda metà del diciannovesimo secolo, Eliphas Levi Zahed (Alphonse Louis Costant) espresse il Culto Solare e, nella prima metà del ventesimo secolo, Aleister Crowley (Edward Alexander Crowley) espresse il Culto Luni-Solare. Quest’ultimo – in veste di profeta – annunciò, nel 1904, la nascita del nuovo Eone di Horus, il Culto Stellare-Lunare. Inoltre, sempre nella prima metà del ventesimo secolo, un’organizzazione esoterica (Ordo Rosae Misticae) espresse il Culto Lunare.

Ora si deve sapere che nella seconda metà del ventesimo secolo mi ritrovai a dover realizzare un’impresa colossale. In veste di Logos dell’Eone di Horus dovevo proporre il Culto Stellare-Lunare dei Thelemiti, ma per farlo dovevo prima presentare i Culti che lo precedevano: Culto Lunare-Plutoniano, Culto Plutoniano, Culto Stellare-Lunare-Plutoniano. Tutto ciò venne fatto e così potei proporre il Culto Stellare-Lunare dell’Eone di Horus.

Inoltre, nel 1982 nacque l’Eone di Maat… e divenni il Profeta del nuovo Eone di Maat, e così mi ritrovai a dover proporre il Culto Stellare degli Agapeici.

Infine, nel 1990 si manifestò l’aspetto introduttivo del Mahon di Horus-Maat, e così mi ritrovai a dover proporre l’aspetto introduttivo del Culto Cosmico-Stellare dei Draconiani.

 

Domanda. Quindi, se ho inteso bene, con i suoi successivi quattordici libri ha sentito la necessità di riorganizzare tutto il suo materiale conoscitivo.

Risposta. All’inizio del ventunesimo secolo si manifestò il Mahon di Horus-Maat e quindi mi ritrovai a dover riordinare tutto il mio materiale conoscitivo, ma anche a dover proporre il Culto Cosmico-Stellare degli Argoniani. Tutto ciò venne fatto tramite la pubblicazione di quattordici libri.

 

Domanda. Da quello che si evince tutta la sua vita è imperniata sulla magia ed è pregna di magia.

Risposta. Sì! Sono quasi quaranta anni che non faccio altro che studiare e praticare la magia, scienza che posso dividere in due grandi branche: la Magia naturale e la Magia alchemica.

 

Domanda. Che cosa intende per Magia naturale?

Risposta. Per Magia naturale intendo lo studio e la pratica delle otto Tradizioni esoteriche fondamentali: Yezidismo, Druidismo, Yoga, Taoismo, Ermetismo, Alchimia, Cabbala, Nagualismo. Le prime sette Tradizioni esoteriche si collocano in relazione ai misteri dello spazio e costituiscono ciò che ho definito “Draconismo”, mentre l’ottava Tradizione si pone in rapporto ai misteri del tempo ed è conosciuta come “Nagualismo”.

Infine, per Magia naturale, intendo lo studio e la pratica della Magia, il tessuto connettivo che tiene unite le otto Tradizioni esoteriche fondamentali.

 

Domanda. Che cosa intende per Magia alchemica?

Risposta. Per Magia alchemica intendo un sistema magico-iniziatico che è stato elaborato con l’aiuto dell’Arca dell’Alleanza Celeste, in relazione al Culto Cosmico-Stellare (Età del Platino). Tale sistema contempla, pure, la pratica della Magia naturale, tanto che può essere considerato come un insieme di elementi di Magia naturale-alchemica. In pratica, la parte alchemica è supportata, essenzialmente, dalle conoscenze che si trovano nel Nagualismo.

 

Domanda. Ritornando ai suoi successivi quattordici libri, notiamo che oltre alle due opere a sé stanti – M.E.A.P.R.M.M. e O.C.I. – gli altri dodici libri sono divisi in tre gruppi principali: una Tetralogia, una Trilogia e una Pentalogia.

Risposta. Sì! La Tetralogia Sacra è costituita da: Antichi Dei, Libri di Potere, Testi Magici e Delomelanicon. Invece, la Trilogia Magica è costituita da: Nagualismo, Le Tradizioni Esoteriche e La Tradizione Primordiale. Infine, la Pentalogia Divina è costituita da: L’Avvento degli Dei, Il Tempo degli Dei, La Via degli Dei, Il Libro Segreto e Mecron.

 

Domanda. Sotto sua stessa ammissione i testi contenuti nella Tetralogia Sacra derivano da fonte extra-umana.

Risposta. Sì! Il libro intitolato “Antichi Dei” presenta undici testi segreti che mi furono comunicati tramite la veggente Galbix Red. Poi, il libro intitolato “Libri di Potere” presenta tredici testi sacri che mi furono comunicati tramite dei veggenti, tra cui Galbix Red. Invece, il libro Intitolato “Testi Magici” presenta il mio commento a due testi sacri: il Liber Legis e il Liber AHBH. Inoltre, nello stesso libro, vengono presentate delle comunicazioni extra-umane. Infine, il libro intitolato “Delomelanicon”, presenta due testi sacri che mi furono comunicati tramite dei veggenti.

 

Domanda. Noto che nel contesto dei quindici testi sacri, da Lei ricevuti, inserisce il Liber Legis che venne dettato ad Aleister Crowley.

Risposta. Sì! In effetti, io ho ricevuto la Prefazione al Liber Legis, e nella mia incarnazione precedente, quando ero stato Aleister Crowley, ricevetti i tre capitoli che costituiscono la prima versione del libro.

 

Domanda. Non vi è quindi interruzione di continuità tra Aleister Crowley e Lei.

Risposta. Non solo, non vi è interruzione di continuità tra le mie ultime quattro incarnazioni.

Come Alessandro di Cagliostro fui il più grande mago del 700.

Come Eliphas Levi fui il più grande mago dell’800.

Come Aleister Crowley fui il più grande mago del 900.

E ora sono il più grande mago del nuovo secolo, del nuovo millennio, e di tutte le Ere che furono e che saranno, poiché io sono Frank Ripel, Colui che È, che Era e che Sarà… io sono il Mecron.

 

Parte Seconda

 

Domanda. Ritornando ai suoi libri si nota che la Trilogia Magica presenta la Magia naturale.

Risposta. Sì! La Trilogia Magica, costituita da Nagualismo, Le Tradizioni Esoteriche e La Tradizione Primordiale, presenta il Culto Stellare-Lunare [Eone di Horus] e il Culto Stellare [Eone di Maat]. In seguito, la Trilogia Magica venne composta in due testi: Le Tradizioni Esoteriche [Edizione speciale, contenente “Nagualismo”] e La Tradizione Primordiale. Infine, la Trilogia venne riunita in un’unica opera, intitolata “L’Arte della Magia”.

 

Domanda. Possiamo quindi dichiarare che L’Arte della Magia è la sua opera fondamentale sulla Magia naturale.

Risposta. Sì! È la mia opera fondamentale sulla Magia naturale relativa all’Età dell’Oro, l’assemblaggio strutturale della Tradizione Primordiale.

 

Domanda. Affrontare lo studio di un’opera come l’Arte della Magia è molto complesso e difficile.

Risposta. Certo che è molto complesso e difficile. La magia è la più perfetta delle scienze… le altre scienze, a confronto, non sono altro che pallide ombre. E ora chiedo: “Quanto tempo ci vuole per diventare un fisico nucleare?” Anni di studi ci vogliono… e dato che la magia è molto più complessa delle scienze umane ci vuole una dedizione totale. Tutti coloro che la affrontano senza adeguata preparazione non sono altro che dei dilettanti allo sbaraglio che non si rendono conto che stanno giocando con il fuoco… e alla fine si bruciano.

 

Domanda. Da quanto emerge dalla lettura dei suoi libri è anche un profondo conoscitore delle Arti Nere.

Risposta. Sì! Sono un profondo conoscitore della Necromanzia, del Candomblé e del Vodoo. Bisogna toccare il fondo degli Abissi se si vuole arrivare nel più alto dei Cieli.

 

Domanda. Perché si autodefinisce l’Anticristo?

Risposta. Mi identifico nell’Anticristo da un punto di vista esoterico, religioso e filosofico.

Dal punto di vista esoterico sono l’Anticristo perché rivisitando l’intero sistema magico ho rivelato la magia: ho svelato il Velo di Iside. Vicino Memphis si trova la statua di Iside, ricoperta da un velo nero. Alla sua base questa scritta. “Io sono tutto ciò che fu, ciò che è, ciò che sarà… e nessun mortale ha ancora osato sollevare il mio velo”. Sollevare il Velo di Iside vuol dire rivelare la Luce… io l’ho fatto!

Dal punto di vista religioso sono l’Anticristo perché non accetto la figura del Cristo storico, creata alla bisogna dal potere temporale della Chiesa di Pietro. Accetto e m’identifico nella figura del Cristo gnostico, come presentata dagli gnostici – Sethiani ed Ofiti – dei primi secoli della cristianità.

Dal punto di vista filosofico sono l’Anticristo perché perseguo la filosofia dell’Anticristo di Friedrich Nietzsche.

 

Domanda. L'Anticristo è la Grande Bestia 666 dell'Apocalisse di Giovanni, che cosa mi può dire in merito?

Risposta. Posso dire che tutti gli esseri umani hanno in sé il Marchio della Grande Bestia 666, infatti, il carbonio 12 [rappresenta il 99% di tutte le strutture del carbonio conosciute], di cui l'essere umano è costituito, è un isotopo del carbonio, costituito da 6 protoni, 6 elettroni e 6 neutroni, cioè 666.

 

Domanda. In definitiva si può dichiarare che Lei, nella figura dell’Anticristo, è il Capo Internazionale (Imperatore) della Massoneria Egiziana, il Capo Internazionale (Re) dell’Ordine del Tempio, il Capo Internazionale (Faraone) della XXXI Dinastia Egizia e il Capo Internazionale (Papa) della Chiesa Gnostica.

Risposta. Sì, come Anticristo io assumo queste quattro cariche e non solo, poiché sono anche il Capo Internazionale della Confraternita dei Vampiri e il Capo Internazionale della Confraternita degli Dei.

 

Domanda. Poc’anzi ha citato Friedrich Nietzsche e mi sorge spontanea la domanda: ma Lei che cosa ne pensa della società umana?

Risposta. Gli uomini devono avere pari diritti, doveri e beni… se tale obiettivo non verrà raggiunto, non vi potrà essere uguaglianza tra gli uomini e dato che tale obiettivo è molto lontano dall’essere raggiunto, l’umanità versa nell’abiezione più totale. Ciò ci dimostra che la democrazia – seppure concettualmente valida – non è applicata nella società umana e che oltre ai regimi autoritari vige una falsa democrazia, la più subdola delle dittature, poiché invisibile.

 

Domanda. Secondo Lei, come deve essere la società perfetta?

Risposta. La società perfetta è costituita da individui pacifici [non esistono atti di violenza di alcun genere] che partecipano, collettivamente, al benessere sociale. Tutti dispongono di qualsiasi bene [hanno gli stessi beni] e non vi è alcuna disparità di diritti e di doveri. Tutti perseguono un unico fine, lo sviluppo spirituale del proprio essere.

 

Domanda. I suoi detrattori la considerano un falso massone, per quale motivo?

Risposta. Penso che lei si riferisca ad individui come Warren Rogers e Brad Cofield [entrambi ex Capi Nazionali della M.E.A.P.R.M.M. negli USA, espulsi con disonore da Frank G. Ripel] che hanno dichiarato il falso sulla mia persona... puri e semplici calunniatori, vermi che strisciano nella melma.

 

Domanda. Ritornando alla magia eonica ricordo che Aleister Crowley era fermamente convinto che l’Eone di Horus sarebbe durato mille anni, ciò non entra in contrasto con la sua visione della magia?

Risposta. Esiste una sola visione della magia e la convinzione di Aleister Crowley sarebbe stata giusta se il naturale flusso del tempo si fosse svolto normalmente, senza alcuna compressione.

Analizziamo da vicino come si sarebbe dovuto svolgere il normale processo temporale-eonico, tenendo presente che Aleister Crowley espresse il Culto Luni-Solare e che in veste di profeta annunciò, nel 1904, la nascita del nuovo Eone di Horus, il Culto Stellare-Lunare.

Per manifestare il Culto Stellare-Lunare si deve prima presentare i Culti che lo precedono, quattro dopo il Culto Luni-Solare. La presentazione di tali Culti sarebbe dovuta avvenire tra il 1904 e il 1999 e avrebbe costituito la fase iniziale dell’Eone di Horus. Quindi, nel 2000, sarebbe seguita la manifestazione del Culto Stellare-Lunare della durata di mille anni. Solitamente, un Eone dura circa duemila anni, ma l’Eone di Horus è speculare all’Eone di Arun (Età Intermedia) che durò un po’ meno di mille anni, pertanto la durata dell’Eone di Horus avrebbe dovuto essere di un po’ più di mille anni. Poi, nel 3000, sarebbe seguito l’Eone di Maat, il Culto Stellare della durata di duemila anni. Infine, nel 5000, sarebbe seguito il Mahon di Horus-Maat.

Gli accadimenti ci hanno dimostrato che a livello eonico si è verificata una compressione temporale, pari a tremila anni di storia umana. In definitiva, la nostra scienza – quella magica – è più avanzata rispetto a quella degli uomini di ben tremila anni e ciò comporta, inevitabilmente, un dislivello energetico, uno squilibrio tra il mago e l’uomo che potrà essere colmato solo tramite una spinta evolutiva tremenda…

 

Parte Terza

 

Domanda. Ritornando ai suoi libri si nota che nell’ambito della Pentalogia Divina viene presentata la Magia alchemica. Tra questi cinque libri, quale può essere considerato come l’opera fondamentale sulla Magia alchemica?

Risposta. L’opera fondamentale sulla Magia alchemica è il libro intitolato “Mecron”, ma nella sua versione integrale che ha da venire.

 

Domanda. Nella redazione della mia rivista c’è pervenuta la notizia che Lei ha fondato la Nazione Massonica.

Risposta. Sì, ho fondato la Nazione Massonica. Trattasi di una Repubblica, la Repubblica Massonica.

 

Domanda. Nella figura dell’Anticristo, Lei è l’Imperatore dei Massoni, il Re dei Templari, il Faraone dei Draconiani e il Papa dei Cristiani gnostici. Ora ha assunto anche la carica di Presidente dello Stato Massonico, costituito da cittadini che sono Massoni-gnostici, Templari-gnostici e Draconiani-gnostici.

Risposta. Esattamente. Deve tenere presente che il Re del Mondo è il Grande Mediatore, colui che detiene le tre funzioni: la Giudicante [Iudex], la Regale [Rex] e la Sacerdotale [Pontifex]. Con ciò voglio dire che la funzione Giudicante [la carica di Giudice Supremo] coincide con la carica di Capo dello Stato, la funzione Regale coincide con le cariche d’Imperatore dei Massoni, Re dei Templari e Faraone dei Draconiani, e la funzione Sacerdotale coincide con la carica di Papa dei Cristiani gnostici.

 

Domanda. Se ho inteso bene, Lei in qualità di Anticristo s’identifica nel Re del Mondo.

Risposta. Sì! L’Anticristo è il Re del Mondo, colui che ha realizzato il Centrum Mundi, la Gloria Mundi e il Sanctum Regnum, quindi ha tre funzioni: quella [Iudex] di applicare la Giustizia, quella [Rex] di formulare la Legge in relazione alle condizioni del mondo visibile e quella [Pontifex] di formulare la Dottrina in rapporto alle situazioni del mondo invisibile.

 

Domanda. Nella sua funzione di Pontefice della Chiesa Gnostica potrebbe esporre la differenza sostanziale che intercorre tra il Cristianesimo storico e il Cristianesimo gnostico?

Risposta. Il Cristianesimo storico si basa sull'immagine della sofferenza [Gesù appeso alla croce] e della morte, esso incarna il Credo dell'assunzione della santità attraverso la sofferenza, cioè attraverso il male.

Il Cristianesimo gnostico, invece, si basa sull'immagine della felicità [Giano con le braccia e le gambe aperte, a forma di X] e della vita, esso incarna il Credo dell'assunzione della divinità attraverso la gioia, cioè attraverso il bene.

La formula della vita dichiara: “Siate felici e dignificatevi attraverso la gioia”. Questo è il nuovo Credo, questa è l'unica vera religione.

 

Domanda. Sappiamo che i Massoni fanno parte del Primo Ordine (quello esterno degli Incogniti Operativi) e che i Templari fanno parte del Secondo Ordine (quello interno dei Superiori Incogniti), ciò che appare meno chiara è la posizione dei Draconiani.

Risposta. I Draconiani fanno parte del Terzo Ordine [quello supremo dei Capi Segreti]; essi promuovono il ritorno del Culto Stellare della Grande Dea Madre. In quest'ambito, i Draconiani sono gli Adoratori del Drago e del Serpente, non limitati ad un periodo di tempo [aspetto introduttivo del Culto Cosmico-Stellare dei Draconiani]. Inoltre, sempre in questo ambito, il Culto Stellare è il Culto della Grande Dea Madre, non limitato ad un periodo di tempo [Culto Stellare dell'Eone di Maat].

 

Domanda. Leggendo i suoi quattordici libri non sono riuscito a trovare l'operatività dei Draconiani.

Risposta. L'operatività dei Draconiani non è mai stata messa per iscritto.

 

Domanda. Può rivelarci in cosa consiste l'operatività dei Draconiani?

Risposta. Sono poco propenso a farlo, quello che posso dire è che si tratta della Magia alchemica sessuale... tramite dei campi di forza alchemici si opera con il lato luminoso della Forza [Serpente Rosso di Luce] e con il lato oscuro della Forza [Serpente Nero di Tenebra].

 

Domanda. Ritornando a parlare della fondazione della Nazione Massonica, possiamo dichiarare che è nata l'Era del Ripelianesimo.

Risposta. Sì! Il Ripelianesimo si fonda sulla nascita di un Nuovo Ordine Mondiale.

 

Domanda. Come riassumerebbe il pensiero ripeliano?

Risposta. Il pensiero ripeliano si fonda su un assunto fondamentale: l'uomo è un dio in nuce e come tale ha la possibilità, la capacità, il diritto e il dovere di esprimere la propria divinità... in caso contrario è solo un verme che affonda nella propria melma.

 

Domanda. Abbiamo visto che studiare la Magia naturale è molto complesso e difficile, ma studiare la Magia alchemica è un’impresa quasi impossibile. Non le sorge il sospetto di non essere capito?

Risposta. Le risponderò con le parole di uno dei più grandi geni che l’umanità ha avuto… Nikola Tesla.

“L’uomo di scienza non mira ad un risultato immediato. Egli non si aspetta che idee avanzate siano immediatamente accettate”. Ed ancora: “Il suo dovere è fissare i principi fondamentali per quelli destinati a venire dopo e indicare loro la strada”.

 

Domanda. Mi sorge spontanea la domanda: ma Lei che cosa ne pensa della scienza?

Risposta. Le risponderò nuovamente con le parole di Tesla e le mie.

“La scienza non è altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell’umanità”. Ed io aggiungo che ai nostri giorni di scienza pervertita il mondo è pieno.

 

Domanda. Molte volte è stato tacciato di comportamento anti-sociale.

Risposta. Le risponderò ancora con le parole di Tesla.

“Un comportamento anti-sociale è segno di intelligenza in un mondo pieno di conformismo”.

 

Domanda. Se ho inteso bene, Lei non teme di non essere capito.

Risposta. Assolutamente non lo temo. Oscar Wilde diceva di vivere nel costante terrore di essere compreso dai suoi contemporanei. Per mia fortuna io non corro questo pericolo, poiché sono pienamente consapevole che i miei contemporanei non sono in grado di capirmi… la mia scienza [quella magica] è più avanzata rispetto a quella degli uomini di ben tremila anni… noi gli Dei dell’anno cinquemila.

 

 

Pubblicato per gentile concessione di Scoop’s Times

 

 







Copyright © 2005 by Orion