Frank Ripel: Libri di Potere

In questo testo vengono presentati i Tredici Testi Sacri:
Sauthenerom, Necronomicon, il Triplice Libro di Metatron, il Libro della Rivelazione, il Libriccino Dolce e Amaro, il Liber Legis, il Liber AHBH, il Liber NOX, il Liber LUX, il Libro degli Antichi, il Libro di Zin, il Libro Bianco dei Non-Morti, il Libro Rosso dei Non-Morti.


ESTRATTO:

Prefazione

Nell’anno 2000 siamo entrati nell’Età del Platino, l’ultima di cinque Età che si sono susseguite sul pianeta Terra dopo l’inabissamento di Atlantide che pose fine all’Età dell’Oro.
Ad ogni Età viene attribuito uno o più Eoni terrestri a cui vengono assegnati dei testi eonici, tranne per gli Eoni dell’Età Intermedia e dell’Età dell’Argento.
I testi, presenti in quest’Opera, riguardano argomenti di carattere: mitologico, filosofico, profetico, magico e misteriosofico.
Ma come conosciamo questi testi e come sono arrivati a noi? Non certamente tramite gli originali o le eventuali copie che, naturalmente, non sono sopravvissuti ai rigori del trascorrere del tempo (quando non sono stati distrutti dalla mano dell’uomo o andati semplicemente perduti), e per finire alcuni sono contemporanei. Sappiamo, però, che tali testi sono correnti conoscitive che permangono nello Spazio e nel Tempo e quindi possono essere, ‘riletti’. Nel caso dei testi del passato, essi furono ricevuti da veggenti dei rispettivi Eoni ed alcuni frammenti ‘riletti’, nelle epoche successive, da persone particolarmente ricettive, come nel caso di H.P. Lovecraft.
Ai giorni nostri, tutti i testi del passato e quelli contemporanei sono stati raccolti da Frank G. Ripel che li ha ricevuti integralmente, tramite dei veggenti, nell’arco di ventun’anni.
La presente Opera raccoglie tutti e tredici i testi ed è divisa in cinque sezioni.

La prima sezione è quella Mitologica che comprende due testi: Il Sauthenerom e il Necronomicon.
Il Sauthenerom (“Il Libro della Legge della Morte”) è la Fonte del Necronomicon (“Il Libro della Legge dei Morti”), cioè il testo da cui in seguito derivò il Necronomicon.
Il Necronomicon ha richiesto uno studio accurato da parte di Frank G. Ripel. Egli ha impiegato vent’anni per riuscire ad individuare nel Necronomicon (la versione greca del libro “La Legge dei Morti”) la versione originale del testo (“La Legge dei Morti”), scritta in sumero (3761 a.C.) e in babilonese (2640 a.C.). Tale versione viene presentata per la prima volta in questo libro.
Inoltre l’autore della versione greca (versione che risale a circa 4.000 anni fa) introdusse nel testo (“La Legge dei Morti”) Il Libro degli Antichi ed altri scritti in suo possesso... e così nacque la versione originale e integrale del Necronomicon (“Il Libro della Legge dei Morti”).

La seconda sezione è quella Filosofica che comprende un testo: Il Triplice Libro di Metatron.
Il Triplice Libro di Metatron costituisce l’originaria filosofia ermetica proveniente da Hermes Trismegistus, conosciuto dagli ebrei come Enoch, colui che si trasformò in Metatron. Pertanto Metatron è Hermes Trismegistus, il possessore delle Tre parti della filosofia universale rappresentata dal Triplice Libro di Metatron.

La terza sezione è quella Profetica che comprende due testi: Il Libro della Rivelazione e Il Libriccino Dolce e Amaro. Entrambi furono ricevuti da San Giovanni.
In merito al primo libro, San Giovanni ricevette, tramite le voci dei sette tuoni, una comunicazione ma una voce proveniente dal cielo gli disse di suggellare quanto avevano detto i tuoni e di non metterlo per iscritto.
In merito al secondo libro, San Giovanni viene esortato, da una voce proveniente dal cielo, a prendere il libriccino e ad inghiottirlo, esso fu dolce nella sua bocca ed amaro nel suo stomaco... e così venne occultato il contenuto del testo.

La quarta sezione è quella Magica che comprende quattro testi: il Liber Legis, il Liber AHBH, il Liber NOX e il Liber LUX.
Il Liber Legis venne pubblicato per quattro volte da Aleister Crowley (tranne la Prefazione ricevuta da Frank G. Ripel), e le quattro pubblicazioni hanno un senso magico, come riportato nelle opere del famoso mago. Ai nostri giorni Frank Ripel – sempre in senso magico – lo pubblicò altre sei volte.
Il Liber AHBH venne pubblicato per sei volte da Frank Ripel, e anche queste pubblicazioni hanno un valore magico.

Infine, il Liber NOX è anche conosciuto come Il Libro Nero dei Non-Morti e venne comunicato da un’Entità Sottile conosciuta come l’Adepto, mentre il Liber LUX – tecnicamente intitolato Liber AR vel Legis – è anche conosciuto come Il Libro Blu dei Non-Morti e venne comunicato da un’Entità Sottile conosciuta come il Messaggero.

La quinta sezione è quella Misteriosofica che comprende quattro testi.
Il Libro degli Antichi. Ne abbiamo trattato l’origine nella presente Prefazione.
Il Libro di Zin. Comunicazione di origine extraterrestre.
Il Libro Bianco dei Non-Morti. Venne comunicato da un’Entità Sottile conosciuta come il Filosofo.
Il Libro Rosso dei Non-Morti. Venne comunicato da un’Entità Sottile conosciuta come il Guerriero.

Qui vengono presentati, per la prima volta, i tredici libri nella loro versione originale, poiché Frank Ripel fu costretto a manipolare le lettere maiuscole e minuscole dei testi, a causa della manipolazione effettuata nel Liber Legis.

Robert Crowen



Info Ass. Orion | Indice dei libri